Musica Domina: la presenza femminile nei testi e nella composizione musicale


Che essere meraviglioso sei, o donna: hai posto le tue fondamenta nel sole e hai conquistato la terra.

La composizione femminile del passato è ancora considerata un genere cosiddetto “minore”. Durante la storia della musica molte donne si sono dedicate alla composizione  ma le loro produzioni sono rimaste sepolte negli archivi, nelle biblioteche e non hanno conosciuto adeguata diffusione.
Eppure nel Medioevo troviere e trovatrici scrivevano con grande successo e nei conventi molte suore non si limitavano ad eseguire il repertorio gregoriano tradizionale.
Non diversa fortuna hanno avuto compositrici più vicine a noi.
Il coro propone all’ascolto brani di epoche svariate e con formazione diverse.
A volte, nella seconda parte del concerto, vengono invece proposte composizioni dedicate a figure femminili in particolare alla Madonna che ha ispirato una grande quantità di compositori con risultati a volte famosissimi a volte ancora tutti da scoprire
Autrici: Kassia, Contessa di Dia, Hildegard von Bingen, Maddalena Casulana,
Fanny Mendelssohn
Alcune esecuzioni
“L’in-audita presenza” Centro donna
Milano, 3 ottobre 1992
Provaglio d’Iseo, 4 settembre 1994
Verona, 24 Febbraio 1995
Como, Villa Olmo 16 marzo 1997Alcuni dati
Durata: con o senza intervallo, dai cinquanta ai settanta minuti circa.
Preavviso necessario: tre mesi.
Costi indicativi: da concordare.